Che cos’è?

Il Pump and Dump è una tipologia di truffa legata agli investimenti. Avviene nel caso in cui un investitore balena o un gruppo di investitori promuovono forzatamente una criptovaluta in loro possesso per gonfiarne artificialmente il prezzo e quindi venderla a scopo di lucro.

Uno schema Pump and Dump si può realizzare con fake news o ingenti transazioni tra due o più utenti malintenzionati che creano nel mercato la falsa illusione che il valore di quella criptomoneta stia crescendo, spingendo piccoli investitori a comprare.

Una volta che i promotori della truffa vendono, il prezzo crolla e i piccoli investitori perdono il capitale investito, perché si ritrovano con una moneta improvvisamente senza valore.

Il Pump and Dump è un’operazione illegale, ma non è nata nel mondo delle criptovalute. E’ infatti una tipologia di truffa che deriva dal mondo della finanza tradizionale, che ha approfittato dell’iperbolica crescita del mercato crypto per proliferare e causare grossi danni ai piccoli investitori.

Inoltre, i mercati delle criptovalute sono ancora poco regolamentati, per questo rappresentano un terreno ideale per questi giocatori scorretti, che non rischiano conseguenze legali come invece accadrebbe se provassero a farlo con strumenti finanziari tradizionali.

Come funziona?

Il Pump and Dump si costruisce con uno schema sempre uguale, indipendente dalla tipologia di criptovaluta, dalle parti coinvolte o dal mercato scelto.

Le tre fasi sono:

  1. L’accumulo
  2. La fase di Pump: letteralmente “pompare”
  3. La fase di Dump: letteralmente “scaricare”

Accumulo

Nella fase di accumulo  i truffatori acquistano segretamente enormi quantità di una specifica criptomoneta a un prezzo relativamente basso. Gli acquisti sono diluiti nel corso di diverse settimane, per evitare sospetti. La criptovaluta scelta è spesso una moneta impopolare con una capitalizzazione di mercato piccola, perché il prezzo è così basso che rende molto più facile e profittevole manipolare artificialmente il prezzo e gonfiare il suo valore.

Pump

Una volta conclusa questa fase, inizia il vero scam: pompare il prezzo della moneta. Esistono diverse tecniche per solleticare l’interesse e invogliare gli investitori disinformati o semplicemente ingenui ad acquistare la criptovaluta oggetto del Pump and Dump. Una di queste è fingersi degli esperti del settore, posizionarsi come detentori di informazioni riservate, diffondere previsioni di mercato fittizie attraverso newsletter, gruppi Telegram di appassionati, spammando sui social network delle fake news con l’obiettivo di generare clamore e diffondere falsi segnali di un mercato in rialzo.

Se la campagna di diffusione di false notizie ha successo e un numero abbastanza elevato di persone inizia a comprare quella criptomoneta, si verifica un effetto a valanga. L’improvviso aumento della domanda porta con sé un impennata del prezzo per cui un numero sempre maggiore di persone crede di intravedere una possibilità di guadagno facile e veloce, comprando la moneta e generando un rigonfiamento ulteriore del suo prezzo.

Dump

Non appena il prezzo è abbastanza “pump”, tutti i truffatori rivendono nell’arco di pochi minuti le loro monete. Dal momento che ne detengono grosse quantità, la nuova immissione di liquidità sul mercato genera un improvviso e letale crollo del prezzo, causando gravi perdite ai nuovi investitori.

Il Dump è un’azione che avviene in modo coordinato e in brevissimo tempo, perciò gli investitori non hanno il tempo materiale per reagire a loro volta e vendere le loro monete. Quando si rendono conto di essere state vittime di un Pump and Dump è troppo tardi. 

Come proteggersi dal Pump and Dump?

La strategia più semplice è quella di investire in criptovalute che hanno superato la prova del tempo e che hanno una capitalizzazione di mercato piuttosto grande. Vero è che spesso i margini di guadagno maggiori si possono fare con monete più piccole, che stanno crescendo e che hanno dimostrato di avere alte possibilità di restare sul mercato. Però sono le stesse che, come detto nei paragrafi precedenti, sono più facili da manipolare nel caso di un Pump and Dump.

Raccogli informazioni

Quello che si può fare se si decide comunque di investire in una criptovaluta minore è fare alcune analisi preliminari che possono aiutarci a evitare di rientrare in uno schema Pump and Dump.

Raccogli quante più informazioni possibili sul valore di mercato della criptovaluta che hai scelto e del suo potenziale rendimento, osservando l’andamento di prezzo nelle settimane precedenti.

Cerca fonti attendibili

Per investire non basarti solo sul clamore mediatico. Cerca delle fonti attendibili, fai ricerca, prova a capire se l’aumento di prezzo di quella moneta è collegato ad eventi esterni significativi. Ad esempio, l’entrata di una multinazionale come partner del progetto crypto di cui fa parte la criptovaluta su cui stai per investire è sicuramente un avvenimento che ne causa un aumento di valore.

Utilizza gli ordini di stop-loss

Utilizza gli ordini stop-loss. Se stai facendo un investimento a lungo termine. Le fluttuazioni di prezzo, anche se causate da un Pump and Dump, non devono preoccuparti. Se invece sei alla ricerca di un investimento rapido, impostare un ordine di stop-loss è necessario.

Un ordine stop-loss è uno strumento progettato per limitare l’esposizione di un investitore a improvvise fluttuazioni dei prezzi. Ad esempio, impostare uno stop-loss del 10% su una criptovaluta significa che le tue partecipazioni si auto-liquideranno se la moneta subisce un calo improvviso del 10%di valore (dump). In questo modo, quando i truffatori iniziano a scaricare le loro monete e il prezzo inizia a precipitare, hai messo in atto una misura di sicurezza affidabile per limitare le tue perdite.