Avrete forse letto da qualche parte nomi di app come Revolut, N26, Monese, bunq. Queste sono tutte mobile banks o conti correnti digitali, in una parola: Neobank.

Una Neobank è a tutti gli effetti una banca.

I clienti infatti usano le neobank per:

  • depositare in modo sicuro il denaro; 
  • richiedere e ricevere finanziamenti
  • pagare rimborsi di interessi.

 

La differenza principale è che la neobank è digitale al 100%.

Niente più palazzi, bancomat e sedi ingombranti, ma solo e unicamente app e siti. Per questo sono molto pratiche e risparmiano sui costi di struttura e personale, potendo così permettersi anche commissioni più convenienti. 

La mancanza data dal servizio personalizzato in sede è colmata dall’applicazione dell’intelligenza artificiale, che monitora i modelli di comportamento e le preferenze dell’utente, ne analizza le spese e gli fornisce input per una miglior gestione delle proprie risorse. 

Questa stessa tecnologia può essere applicata all’identificazione di frodi, garantendo un elevato livello di sicurezza.

 

Quali vantaggi offre una Neobank

Le Neobank sono capaci di avvicinare le persone in modo nuovo e molto più semplice alla finanza, alla gestione dei propri risparmi e a individuare modi efficaci per metterli a frutto:

  • Sono semplici: rendono accessibile la finanza a più persone possibili;
  • Sono trasparenti: controllo e chiarezza sui costi e servizi;
  • Sono accessibili a tutti: basta scaricarle dal tuo Apple Store o Play Store.
  • Sono su misura per te: puoi personalizzare la gestione del tuo conto a seconda delle tue esigenze.

Ti starai chiedendo perché scegliere una Neobank, se non puoi recarti in una sede fisica e confrontarti con un operatore per la gestione delle tue finanze. 

 

Ecco tutto quello che solo una Neobank può darti:

  • Invia e ricevi denaro a costo zero: aiuta a dividere la cena con gli amici senza rovinare il fine serata a fare i conti; puoi inviare soldi a familiari anche all’estero, velocemente. La maggior parte delle neobank permettono di inviare denaro direttamente ai contatti della tua rubrica che hanno la stessa app scaricata sul loro cellulare. Addio ai tempi e ai costi di un bonifico. Le operazione sono tutte gratuite e immediate. 
  • Hai tutto a portata di mano con tutti i servizi su un’unica schermata: portafogli di risparmio, assicurazioni, pacchetti di investimento, possibilità di generare carte prepagate in pochi secondi per pagamenti online, convertitore di tassi e molti altri servizi. 
  • Risparmia e investi: è il personal trainer delle tue abitudini di spesa, ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi e ti dà consigli su come far fruttare i tuoi risparmi, quando e dove vuoi.

Inoltre, la sicurezza informatica delle transazioni è affidata ai più evoluti sistemi di crittografia, oltre all’utilizzo di elementi supplementari come impronte digitali, parametri biometrici e riconoscimento facciale.

Ti consigliamo di fare un piccolo e veloce esperimento empirico. Revolut è sicuramente una delle Neobank più interessanti degli ultimi anni. È un’app che puoi scaricare facilmente sul tuo cellulare. Naviga e scopri tutti i vantaggi di una neobank in pochi minuti. 

 

Il successo delle Neobank

Secondo studi del gennaio 2020 su neobank europee e britanniche, queste sarebbero popolari principalmente tra millennials e zoomers. Le neobank spopolano in Europa, che conta circa 40 startup nel settore, e soprattutto nel Regno Unito, mentre fuori dall’Europa spiccano solo gli Stati Uniti.

Un sondaggio dell’agosto 2019 condotto da Pureprofile afferma infatti che il 21,4% degli utenti Internet statunitensi di età compresa tra i 18 e i 91 anni ha già utilizzato le neobank. Circa il 57% degli stessi intervistati ha dichiarato di ritenere che il digital banking sia più conveniente rispetto a quello in sede, e l’8,8% degli intervistati intende aprire un conto bancario solo digitale nei prossimi mesi.

 

Uno dei principali problemi che limitano l’adozione delle neobank è che i clienti utilizzano i loro prodotti come uno strumento finanziario accessorio e non principale

C’è quindi da chiedersi se le nuove generazioni riporranno maggiore fiducia nel digitale, permettendo così alle neobank di essere percepite come equivalenti delle banche tradizionali.