Sei pronto ad analizzare le news e gli andamenti del mercato di questa nostra quinta settimana insieme? Partiamo subito!

👉 Ricapitoliamo

Ciao a tutti amici di Young Platform, eccoci ritrovati per una nuova visione sul mercato crypto di questa settimana.
La scorsa volta abbiamo parlato del recupero di Bitcoin, che ha trainato il mercato grazie alle notizie positive legate all’approvazione di BTC come moneta nazionale dello stato di El Salvador.
Ma andiamo a vedere più nel dettaglio quello che è successo in seguito.

👉 Che cosa è successo a Bitcoin questa settimana?

Come possiamo notare dal grafico, BTC sta proseguendo nella sua fase di ranging, tra i Major Prices 40.600$ e 34.700$.

Il livello più basso, da noi adocchiato come livello di supporto, è stato perfettamente rispettato nella giornata di Domenica 13 giugno, quando il prezzo ha rimbalzato su di esso dando vita ad uno dei migliori movimenti rialzisti visti nelle ultime settimane.

Il giorno successivo, il lunedì, BTC ha continuato con il suo bullish momentum, fino ad arrivare a colpire la zona di resistenza a 40.600$, anche questa già individuata all’interno della precedente newsletter.
Il mercato ha quindi subito un rallentamento, scendendo leggermente Martedì e Mercoledì, ma mantenendo comunque un’ottima struttura di prezzo anche a Time Frame più bassi (al momento di questa scrittura), come possiamo notare dal grafico sottostante (H4):

La linea viola aiuta a visualizzare la cosiddetta struttura di mercato.
Una struttura di mercato rialzista è ovviamente caratterizzata da minimi crescenti e massimi che superano sempre i precedenti, esattamente come rappresentato da questo grafico.
Tuttavia, la resistenza a 40.600$ è parecchio dura da oltrepassare, nonostante gli svariati tentativi compiuti tra lunedì e martedì, siamo rimasti al di sotto di questo prezzo.

Sarà fondamentale, nei prossimi giorni, trovare la forza necessaria per superare questo livello. In modo da creare un nuovo massimo e continuare nella creazione della nostra struttura rialzista.

In caso contrario, è auspicabile pensare che BTC rimarrà all’interno della fascia dei dei Major Prices, continuando nella sua fase di ranging.

👉 Che cosa è successo ad Ethereum?

Andiamo adesso a dare un’occhiata al nostro caro Ethereum.
La scorsa settimana abbiamo sottolineato come, per la prima volta in diversi mesi, ETH sia stato dietro a BTC a livello di performance.
Si sarà invertita nuovamente la tendenza?

Andiamo a vedere:

I nostri seguaci più allenati avranno già notato, a primo impatto con il grafico, che la tendenza è rimasta quella della settimana scorsa.

Ethereum si dimostra più debole di Bitcoin.

Il nostro supporto a 2.280$ ha respinto bene il prezzo durante il weekend, ma il problema non è questo.

I cerchi con bordo nero all’interno del grafico vanno a evidenziare l’impossibiltà di ETH nel corso della settimana passata di creare nuovi massimi.

Un movimento bullish c’è stato, ma non sufficiente per rompere la mini-resistenza (in giallo) formatasi alla metà del range.
La resistenza in giallo era già presente nella scorsa newsletter, ed è proprio lei che ha respinto il prezzo di ETH con precisione.

👉 Qual è il sentiment?

Il mercato beneficia ancora delle buone notizie uscite la scorsa settimana e, senza troppi problemi, il sentiment rimane positivo.

Come possiamo notare dai dati On chain forniti dal Netflow, abbiamo avuto un Outflow record dagli exchange, sono usciti ben 43.000 BTC.

Come abbiamo spiegato la scorsa volta, le uscite di Bitcoin dagli exchange sono un dato positivo perché quando avviene il contrario, ovvero vengono portati i BTC sugli exchange, la paura che essi possano essere venduti in massa rende sempre il mercato più incerto e ribassista.

👉 Conclusione

La situazione attorno al mercato crypto rimane invariata questa settimana, senza particolari notizie.
L’entusiasmo della settimana scorsa si è trascinato anche in questi ultimi giorni, e il grafico di BTC lo rappresenta al meglio.

Per questa settimana è tutto. Vi auguriamo una splendida settimana di trading, con la speranza di risentirci la prossima.